lunedì 1 novembre 2010

La polizia s'incazza.


Ma i vigili no!
Mi scuso con tutti quelli che sono o che hanno un parente vigile o, come amano essere definiti: poliziotti comunali, ma a me la categoria sta altamente sui cosiddetti.
Non mi dilungo sulla faccenda perchè avrei troppo da dire ed il tempo stringe e perchè lo scopo del post è un'altro.
In ogni cantiere è obbligatorio per legge esporre una serie di dati sul lavoro che si sta facendo come ad esempio la data di inizio e fine lavoro, il nome dell'impresa, il nome del responsabile del cantiere ecc.
Nella foto seguente, fatta a San Gillio (un paese vicinissimo a Torino) non solo il cartello esposto è totalmente intonso ma... qualcuno (da mesi) ha perso la targa e se ne strafrega!!!!


Ora... che in Italia nessuno legga i cartelli è cosa nota, ma che nemmeno i vigili si accorgano di tutto questo è assurdo!
Il cartello senza nemmeno un dato riportato, una targa appesa ad un palo che sembra dica solamente "Hey ladri, prendetemi ed andate a fare una rapina e magari ammazzate qualcuno... ma poi rimettetemi a posto eh?" il tutto fermo li da mesi (MESI) senza che nessuno dica nulla.

Poi, però ci ritroviamo una bella multa sul parabrezza perchè le ruote posteriori erano sopra la linea di parcheggio... e questo non è bello vero?

3 commenti:

robydick ha detto...

per un momento ho pensato ad una recensione, deformazione passionale... :)
e invece era Alex che s'incazza, e non coi francesi, ahah!
no comment sul post, parla da sé...

Vonetzel ha detto...

Bestiale!
Già il cartello in bianco è notevole...ma la targa abbandonata da mesi suona veramente come una barzelletta...

Silas Flannery ha detto...

Beh, ecco, magari è la targa del cantiere. Cioè: magari si sposta.