giovedì 29 gennaio 2009

San Nazista.



Riporto, senza averlo prima verificato (quindi mi riservo di correggere tutto) un articolo che ho trovato in rete.
Non lo commento.


===============================
La Chiesa, quella stessa Chiesa che nega i funerali a Piergiorgio Welby e li celebra invece al dittatore sanguinario Augusto Pinochet, ne ha combinata un'altra delle sue. Papa Benedetto XVI ha appena riabilitato alcuni vescovi seguaci di Monsignor Marcel Lefebvre (morto nel 1991), scomunicato il 30 giugno 1988 dopo la consacrazione "abusiva" di tre vescovi. Giovanni Paolo II parlò allora di «disobbedienza al Romano Pontefice in materia gravissima e di capitale importanza per l'unità della Chiesa», poi ne seguì lo scisma.

Oggi uno dei vescovi lefebvriani cui Papa Benedetto XVI ha appena revocato la scomunica, Richard Williamson, è al centro di una polemica in Germania e in Svezia per aver negato, in un'intervista tv, la realtà dell'Olocausto. «Credo che le prove storiche, in misura preponderante, vadano contro il fatto che sei milioni di ebrei siano stati uccisi nelle camere gas come effetto di un ordine deliberato di Adolf Hitler», ha detto monsignor Williamson in un'intervista al canale televisivo svedese Svt.

E per chi non avesse capito bene il vescovo ha sentenziato: «Credo che le camere a gas non siano mai esistite». Il prelato tradizionalista ha risposto a una esplicita domanda dell'intervistatore, spiegando che a morire nei campi di concentramento nazisti sarebbero stati solo "due o trecentomila ebrei. Ma nessuno di loro morì per il gas in una camera a gas". Roba da galera, non da scomunica, dato che in Germania negare l'Olocausto è reato. «Se l'antisemitismo è cattivo - ha affermato ancora Williamson nell'intervista - è contro la verità. Se qualcosa è vero, non è cattivo. Non mi interessa la parola antisemitismo».

La riabilitazione di Papa Ratzinger suona quindi come un atto contro la Storia, contro il cristianesimo, contro la ragione, in una Chiesa che da una parte annuncia in pompa magna di avere appena aperto un canale su Youtube e dall'altra fa un passo indietro così grande. Un Papa famoso per avere partecipato alla Gioventù Hitleriana a soli 14 anni nel 1941 potrebbe essere un po' più accorto. A meno che non abbia nessun interesse a rinnegare quel passato.

10 commenti:

Alex ha detto...

Sto verificando la notizia ma dalle prime avvisaglie sembrerebbe proprio vera.
Chi mi conosce sa quanto ci tengo alla religione ma non voglio essere cieco.

Altri articoli

http://club.quotidianonet.ilsole2
4ore.com/?q=node/6562

Continuerò a verificare.

Alex ha detto...

Comunque... nella foto che ho postato un dubbio mi sorge.

Notate quella in b/n a destra.
Notate come... per puro caso, sia tagliata la mano sinistra.
E se invece del saluto nazista stesse semplicemente facendo la benedizione delle ostie tendendo entrambe le mani sull'altare?

Lu. ha detto...

Allora: secondo me è più la seconda che hai detto - non voglio mai essere fazioso, quando lo sono ne avrei gli elementi sufficienti da una settimana prima.. Anche se..la manina è bella tesa...ma per carità, il tizio di Karate Kid così " dava la cera e toglieva la cera"..

Discorso lungo e complicato è la mia visione sulla religione; tutt'altra cosa è la spiritualità (non quelle boiate filo-new age)..

La notizia sembra vera.. Ed è l'ennesima cosa che mi dà il voltastomaco: la Shoa e la storia ebraica è una questione che sento molto vicina (anche qui sarebbe troppo lungo spiegare). Dato che siamo in tema segnalo una lettura che ho appena regalato alla mia Ale - anche se lei ancora non lo sa): Helga Deen - "Non dimenticarmi"; chi dopo questa lettura sconvolgente - come molte altre testimonianze - si sente in diritto di negare la Shoa farebbe meglio a passare i suoi giorni a sputare controvento.

Angely ha detto...

Appena letto questa notizia avrei voluto scrivere una controrisposta, ma mi mancavano le parole.
Riuscivo solo a domandarmi "Come si fa a negare l'olocausto, i campi di concentramento, lo sterminio di tutti quelli che si sono trovati dall'altra parte della barricata!!!"
Non dimentichiamo i bambini (anche quelli che pur essendo sani, venivano uccisi xkè si riteneva che un loro "difetto" fisico non fosse da "puro"!
Non dimentichiamo le famiglie divise e uccise; non dimentichiamo l'orrore di quegli anni; non dimentichiamo che anche il nostro defunto papa Wojtila fu a suo tempo perseguitato; non dimentichiamo le testimonianze terrificanti di chi quei giorni li ha purtroppo vissuti sulla sua pelle.
Non dimentichiamo il massacro di sei milioni di ebrei.
Negare tutto questo è da nazisti!

Scusatemi, ma davvero non riesco a rimanere indifferente dinanzi a certe cose... ma evito di andare avanti...

dark0 ha detto...

gente così merita solo il disprezzo :-/

Lu ha detto...

Angely..era proprio quello che dicevo a tavola con la mia compagna, qualche sera fa, tra il serio e il faceto: "Facciano attenzione..l'ho detto io - Eleggete lui, sì, eleggetelo..Però quello era polacco, questo è tedesco..- "

..zot!

Alex ha detto...

Sarà che forse siamo stati abituati bene con gli scorsi Papi (plurale di Papa) però il presente non mi è mai risultato tanto simpatico.
Forse perchè si concentra troppo sulle cose terrene e troppo poco su quelle spirituali.

Alex ha detto...

Ehm... il primo che mi tira fuori Frate Metallo lo banno dal blog!

HAHAHAHAH!!!!

Lu ha detto...

...eheheh.. ;-D

Tornando a bomba: e meno male che questo è il Papa Teologo!
Per dirlo alla Sora Lella: "Ahhh..'nnamo bbene, annamo.."

Anonimo ha detto...

negare l'olocausto? svastiche? falce e martello? saluto romano? dovrebbero essere degni di carcere